Come potete fare per ottenere il massimo dai vostri Social Media?
Davvero i soldi che spendete per le vostre campagne sui Social Media sono in grado di aumentare le vostre entrate mentre fanno crescere la popolarità del vostro marchio?

Cogliere le opportunità

Nel Marketing è fondamentale usare le tecniche giuste e saper cogliere le opportunità che ne derivano.
Le aziende spendono miliardi di Euro per mantenere la loro presenza sui Social Media preferendo in particolare Facebook.
Ne consegue un flusso continuo di contenuti generati dai marchi: articoli, foto e video hanno lo scopo di attirare l’attenzione delle persone e di fare in modo che queste seguano le pagine e di conseguenza facciano acquisti.

È veramente così?
Chi ha messo like ad una pagina è davvero un possibile acquirente?
L’esposizione del brand fa crescere le vendite?

Followers o Clienti?

A prima vista potrebbe sembrare così.
L’utente che segue una pagina e supporta con il suo like un determinato marchio sembra più disposto a fare acquisti presso quel marchio e i suoi like e le sue condivisioni diventano un endorsement, il suo apprezzamento diffonde sui social la popolarità di quel marchio e lo rende noto alla cerchia dei suoi amici e agli amici degli amici, in una specie di effetto domino.
Una recente ricerca di comScore e Facebook ha evidenziato un dato importante.

Si è presa in analisi la pagina Facebook di Starbucks per conoscere il comportamento di coloro che avevano messo like alla pagina o che avevano un amico che la seguiva.
Si è così scoperto che questi followers avevano speso nel corso di un mese l’8% in più da Starbucks ed erano comunque clienti più fedeli di altri.

In realtà non è dimostrato che il like faccia crescere le vendite, non bisogna confondere le cause e le conseguenze.
Può essere che spingere le persone a seguire un marchio sui social le porti anche a comprare di più.
C’è però un’ipotesi alternativa: forse coloro che già apprezzano un marchio come naturale conseguenza lo seguono anche sui social network e questa potrebbe essere la ragione per cui queste persone spendono più soldi di quelle che non seguono quella pagina.

Quanto vale il like?

L.K. John, D. Mochon, O. Emrich e J. Schwartz della Harvard Business Review hanno condotto uno studio approfondito per testare in quali modi Facebook possa influenzare i comportamenti dei clienti.
Queste le quattro domande alle quali si è cercato di dare una risposta:

1. Mettere like a un marchio fa in modo che la gente faccia acquisti?
2. I like delle persone influenzano le scelte dei loro amici negli acquisti?
3. Il like influenza altri campi che esulano dall’acquisto? Ad esempio, è possibile che il like spinga le persone ad avere comportamenti salutari?
4. Far crescere i like pagando FB per mostrare i contenuti nel feeds dei folllowers cresce o modifica le possibilità di cambiamento nel comportamento nelle persone?

Si è scelto Facebook perché è il social più diffuso e popolare e le risposte ottenute svelano che spesso i social non funzionano proprio come pensano certi addetti al marketing.
È emerso infatti che seguire un marchio non cambia i comportamenti delle persone, non fa crescere le vendite e non è in grado di spingere gli amici a fare acquisti.

Sfruttare la potenza del like

Tuttavia, malgrado questi dati, resta il fatto che i social network sono il luogo perfetto per entrare in contatto con i propri clienti e per acquisirne di nuovi, i social offrono alle aziende strumenti importanti per il valorizzare il proprio marchio.
C’è un mezzo, provato e di successo, capace di trasformare un semplice like in un comportamento significativo: la pubblicità.

Su Facebook vengono spesi ogni anno più di 22 Miliardi di dollari in pubblicità, la gran parte di essi proviene da marchi che cercano di aggirare gli algoritmi della piattaforma, con i contenuti a pagamento cercano di fare in modo che i loro post vengano visualizzati da un gran numero di utenti.

Cosa significa questo per chi fa marketing?
Una corretta stategia di marketing sui Social Network dovrebbe combinare tecniche consuete e tecniche nuove, ricorrendo al “push marketing” (nel quale i marchi promuovono e fanno pubblicità ai propri beni e servizi) e al “pull marketing” (sforzi per attirare i clienti attraverso i social media e altri canali).

Ascoltate i vostri clienti, fate fruttare ogni singolo like

Facebook non consente alle compagnie la possibilità di pagare per mettere in evidenza i post dei clienti coinvolti, cosa che potrebbe invece avere un valore significativo e di conseguenza influenzare i comportamenti.
Come superare questo ostacolo?

Ascoltando i clienti, valorizzando i loro apprezzamenti e gli endorsement, integrando poi questi dati nel proprio messaggio di marketing.
Un hashtag efficace può dare ottimi risultati e a questo è ricorso il marchio di abbigliamento sportivo Lululemon.
Infatti Lululemon traccia i contenuti positivi generati dai clienti che usano l’hashtags #thesweatlife e poi retwitta i tweet di questi clienti.

Il rivenditore di moda Free People invece utilizza le foto pubblicate su Instagram di clienti condividendole sulle sue pagine.
Non dimentichiamo poi il valore del social endorsement da parte degli influencers, certe persone sono in grado di influenzare i loro followers e di questo le aziende dovrebbero tenere conto, pagare un influencer perché provi un marchio potrebbe rivelarsi una scelta vincente.

Conclusione

La crescita esponenziale dell’uso dei Social Network nel Marketing è un’autentica opportunità.
Fate in modo che il loro utilizzo aumenti anche le vostre vendite e le vostre entrate, con la nostra pubblicità vi aiuteremo ad amplificare l’engagement e a mettervi in contatto con i vostri leali clienti.

 

Se volete studiare una strategia di social media marketing per la vostra Attività Contattateci !