RedCat Real Time e Right Time Marketing# 1: Date un nome corretto e accurato alla vostra pagina

Nella creazione di una nuova pagina Facebook innanzitutto è importante assicurarsi che il nome della pagina e il corrispondente indirizzo web su Facebook riflettano la vostra attività e i contenuti che pubblicherete sulla pagina.
Facebook ha alcune regole di base sui nomi delle pagine:
Il nome non può essere puramente generico (ad esempio, “Il negozio di fiori”).
Deve essere grammaticalmente corretto.
Non può essere troppo verboso o “superfluo” (parola di Facebook).
Non può essere fuorviante o violare i diritti di qualcuno.

La scelta di un nome di impresa in generale può essere un compito stressante, pertanto continuate ad essere semplici quando date un nome alla vostra pagina aziendale su Facebook. Se possibile, chiamatela come la vostra attività (o come voi). Se decidete di cambiare il nome della pagina successivamente, questa non può essere una modifica sostanziale, perciò tenetelo presente.

In caso raccogliate dati personali dalla pagina tramite una call to action (ad esempio indirizzi e-mail per la vostra mailing list),  Facebook richiede che inviate una notifica agli utenti e che disponiate di una privacy policy.
Una privacy policy è fondamentalmente un documento che informa (e quindi protegge) gli utenti. È una dichiarazione che fate ai visitatori del vostro sito web su come raccogliete informazioni su di loro e su cosa intendete fare con esse. Per non parlar del fatto che è legalmente richiesto nella maggior parte dei paesi.
In generale, chiunque abbia un sito web che raccoglie qualsiasi tipo di dati ha bisogno di una privacy policy.
Attraverso i suoi termini di servizio, Facebook sta dicendo sostanzialmente che se si indirizza qualcuno verso un sito web da Facebook e si raccoglie la loro posta elettronica, si dovrebbe avere una privacy policy.
Tale linguaggio può essere trovato più volte in tutte le linee guida di Facebook, tra cui la dichiarazione dei diritti e sui termini della pagina di Facebook. Avere una privacy policy sul sito web è necessario. Includete le norme sulla privacy nel piè di pagina e dovunque stiate raccogliendo indirizzi email o altre informazioni personali.
Quindi, cosa è giusto mettere in una privacy policy? Una Privacy policy sul vostro sito web dovrebbe indicare che non condividerete/venderete indirizzi email o informazioni personali raccolte con altri siti di terze parti.
Dovreste far sapere agli utenti se si utilizzano “cookie” o altri metodi di tracciamento e ci sono alcuni requisiti in materia di marketing e raccolta di informazioni personali da bambini di età inferiore a 13 anni. La maggior parte dei paesi ha tali leggi, tra cui USA, Canada e i membri dell’UE.
Non avere una privacy policy può mettervi nei guai con Facebook e con altre piattaforme come Google. Quindi la linea di fondo è che se la pagina Facebook si collega al sito web per raccogliere e mail o per far sì che gli utenti di Facebook si iscrivano alla vostra mailing list, dovete assicurarvi  di avere una privacy policy.

#2: Non sottintendete che Facebook avvalli le vostre promozioni

Un ottimo modo per far emergere la vostra attività è utilizzare la pagina per promozioni come concorsi o lotterie. Facebook lo permette, ma una cosa è chiara: vanno fatti al di fuori di esso.
Facebook richiede che per qualsiasi promozione che si esegua, dovete:

Fate sapere che la vostra promozione non è in alcun modo connessa a Facebook.
Indicate chiaramente le regole per il concorso o promozione su Facebook.
Fare una promozione, un concorso o un giveaway su Facebook va benissimo per suscitare l’interesse per la vostra attività o il vostro prodotto. Dovete solo assicurarvi di seguire i Termini di Facebook, inclusi regole, termini o restrizioni “ufficiali”, e rispettare le norme o le regole sui premi che potete dare.

#3: Rispettate sempre il Copyright

A volte può essere difficile capire chi guarda ciò che viene condiviso su Facebook, ma è chiaro dai termini della pagina che il contenuto della pagina è pubblico e chiunque può vederlo.
Inoltre, esistono termini rigorosi che garantiscono che la foto di copertina non sia fuorviante e che non violi il diritto d’autore di nessuno.
Utilizzate le vostre immagini per creare un’immagine di copertina di Facebook che rifletta la vostra attività o il vostro prodotto.
Quindi, quando create la copertina, assicuratevi di utilizzare le immagini che avete il diritto di utilizzare.
Per assicurarvi di non violare il diritto d’autore di un’altra persona, controllare i requisiti di licenza per le foto stock che volete utilizzare, chiedete l’autorizzazione se utilizzate la foto di qualcun altro o semplicemente usate le vostre fotografie.

Conclusione

Conosciamo tutti la portata di Facebook e quanto sia vitale per far crescere un business online. Ma dobbiamo ricordare che Facebook è anche un business e hanno diverse policies in atto per proteggere i propri utenti.
Sono troppe per parlarne qui, ma è nei nostri interessi prenderci il tempo per leggerle.
Facebook ha più di dieci policies che vanno dai dati alla pubblicità a come segnalare la violazione del copyright.
Facebook definisce tutti i Termini e le Policies che dovete sapere.
Così, mentre costruite la vostra pagina aziendale e continuate a utilizzare Facebook come strumento di marketing, prendetevi qualche ora per leggere alcuni degli altri termini.
Solo avere queste conoscenze potrebbe salvarvi da un’azione da parte di Facebook e mantenere la vostra attività e il vostro profilo al sicuro.